Vaccinazioni e Omeopatia

23
26044
vaccinazioni e omeopatia
vaccinazioni e omeopatia

Vaccinazioni e Omeopatia. Come aiutarci ad arginare la violenza di un fiume in piena! Si, è l’immagine che, più ci penso e più si costruisce nella mia mente, ogni volta che penso ad una iniezione fatta sul braccio di un bambino ma anche di un anziano, entrambi esseri fragili ed indifesi.

Vaccinazioni e omeopatia.
Come un fiume in piena
Un fiume in piena: violenza, velocità e potenza

L’omeopatia ci aiuta con fermezza e sicurezza ad arrestare gli effetti collaterali da vaccino.Ci aiuta a ripulire il nostro sistema dai metalli pesanti e dalle molecole “in più” che vengono messe nei vaccini e che nel tempo possono portare a gravi danni d’organo.

Questo articolo non vi parlerà di cosa ci sia nei vaccini o se è giusto o sbagliato farli. Lascio ad ognuno di voi la scelta LIBERA di poter pensare e agire di conseguenza.

Oggi voglio dirvi con quali rimedi potrete aiutare i vostri figli, i vostri genitori, voi stessi e, perché no, inserirei nella famiglia anche i nostri amici animali che purtroppo, anche loro vengono bersagliati annualmente da vaccini.

Vaccinazioni e omeopatia

Bene. Iniziamo elencandovi ciò che dovrete avere a casa per aiutare il vostro corpo a sopportare e a riprendersi da un “attacco vaccinale”: Thuja, Silicea, Nux Vomica come rimedi omeopatici. Fermenti lattici per aiutare il microbiota. Sali di Schussler: Kalium cloratum.

La Thuja Occidentalis è il rimedio principe che tutti noi omeopatia suggeriamo per contrastare gli effetti nocivi dei vaccini. La consigliamo alla 200CH in granuli, non in dose unica. Quello che dico sempre alle mie pazienti è di andare con il tubetto in tasca all’appuntamento per l’inoculazione del o dei vaccini. Appena usciti dall’ambulatorio vaccinale mettere subito un granulo in bocca a nostro figlio. Semmai con il dito spingiamolo all’interno della guancia. Il granulo piano piano si scioglierà. Poi dalla stessa sera metteremo tre granuli nel biberon di nostro figlio, sciolti nel latte, nella tisana al finocchio o nella camomilla. Così faremo per una settimana. Quindi ricapitolando: un granulo appena si è usciti dall’ambulatorio e tre granuli tutte le sere per sette sere. Se chiaramente si parla di bambini più grandi o di noi adulti, mettiamo i tre granuli sotto la lingua.

Stessa cosa per Silicea 200 CH granuli, rimedio omeopatico ottenuto dalla Silice. E’ un rimedio che come una spugna porta via! Lo utilizziamo di meno, ma comunque fa parte anche lui, a buon diritto, dei moschettieri omeopatici che combattono contro gli effetti collaterali da vaccinazioni.

Nux vomica è un rimedio omeopatico che utilizziamo per prevenire problemi gastroenterologici come diarrea, vomito ecc. ma che ci aiuta sempre per ripulire il nostro copro da tossine chimiche, da intossicazioni. In questo caso la diluizione da scegliere sarà la 9CH, o comunque diluizioni basse. Tre granuli due volte al giorno per una settimana.

I Sali di Schussler sono una grande carta vincente contro ogni patologia. Sono facili da usare, completamente privi di effetti collaterali, che possiamo somministrare davvero a chiunque da zero a cent’anni. Rappresentano una terapia omeopatica sicura e rapida nell’azione. Studiare i sali di Schussler è semplice. Vi invito a saperne di più seguendo il nostro video gratuito su Calcium Fluoratum e poi, perché no, a fare l’Omeocorso sui Sali di Schussler.

E’ una bella occasione per imparare una terapia utile, efficace, a basso costo e senza alcun effetto indesiderato.

Articolo precedenteVaccini. Cosa pensare?
Articolo successivoLa mappa del malandrino
Medico specialista in Ostetricia e Ginecologia, Omeopata iscritta all’ Albo degli Omeopati di Roma n°737. Membro della Faculty of Homeopathy of London. Amo la mia famiglia, i miei animali e la mia professione. Con passione cerco di condividere saperi, emozioni e vissuti con tutte le persone che mi sono accanto, pazienti, amici … TUTTI. Credo che la più grande forza nasca dall’Unità, dallo stare insieme, dalla comunione di esperienze, affetti, culture. La vita è davvero meravigliosa. Va Vista e Vissuta dandole il Valore che merita.

23 Commenti

    • yes, it’s true. There is always the responsibility of everyone! It’s for this fact that Omeomundi wants to share all the possible information, knowledge and documents with everyone! thank you!!!

  1. Buongiorno. Vorrei chiederei se posso, se e la thuia e la silicea hanno la stessa funzione e quindi basta prendere una o l’altra. Grazie

    • Thuja e Silicea sono due rimedi diversi con azioni diverse. La Silicea può essere vista come un ristrutturante ed uno spazzino nello stesso momento. Thuja è un potente drenante della matrice extracellulare. Quest’ultimo è il tessuto connettivo in cui galleggiano tutte le cellule. Qui arrivano vasi sanguigni, vasi linfatici, nervi ecc. e sempre in questo spazio le cellule buttano li, le proprie tossine. Prendere Thuja vuol dire pulire questo tessuto e far si che le cellule possano continuare a comunicare tra loro e a ricevere informazioni e nutrimenti nella maniera corretta e non distorta. Quindi il mio suggerimento sempre per i vaccini è di prendere Thuja in prima battuta. Poi se il caso lo richiede nei mesi successivi passare a Silicea.
      A presto!

  2. Buongiorno dottoressa, la mia bimba di quattro mesi deve fare tra poco la prima dose di esavalente. Sto cercando di prolungare il più possibile. Ma cosa le posso dare come pre vaccino e post a questa età?
    Grazie mille

    • Buonasera, capisco perfettamente la sua preoccupazione. Per fortuna possiamo fare molto. Inizi a darle dei fermenti lattici Prolac Baby gocce, 5 gocce al giorno. Da iniziare una settimana prima del vaccino per tre settimane complessive. Thuja 200 ch granuli. Un granulo subito in bocca appena uscita dall’ambulatorio vaccinale. Poi tre granuli da quella stessa sera del vaccino per una settimana. I granuli può diluirli nella camomilla della sera, o tisana o poppata.Ogni volta che farà un vaccino faccia questa cura. E tutto andrà bene. A presto

  3. Salve ho 50 anni, assumo psicofarmaci e devo fare la prima dose di Pfizer
    Posso assumere questi rimedi?
    Grazie

    • Si certo, può assumerli senza alcun problema. Gli omeopatici non hanno effetti collaterali né interferiscono sulle sue terapie quotidiane.
      Grazie.

  4. Buongiorno. Mi chiedevo se fosse già stato studiato un qualche rimedio per ripulirsi dal “vaccino” anti covid-19.
    Inoltre mio figlio, 7 anni, ha fatto tutti i vaccini previsti (compresi i richiami) senza alcun intervento di prevenzione. Si può più fare nulla?
    Grazie

    • Buongiorno Cristina. Si esistono delle terapie da consigliare per drenare le tossine da vaccino. La rimando quindi alla lettura dell’articolo su “Drenaggio omeopatico post vaccino Covid 19”
      Per quanto riguarda suo figlio, certo che si può intervenire. L’omeopatia funziona anche se sono passati tanti anni dalla possibile esposizione ad una nota patogena. Quindi il mio suggerimento è Thuja alla 6 LM gocce, tre gocce la sera prima di andare a letto, sotto la lingua per un mese. Poi ovviamente mi dovrà aggiornare. La scelta delle diluizioni e delle modalità sono sempre da valutare caso per caso.
      A presto

    • No. Arnica dopo il vaccino serve solo per evitare problematiche di gonfiore, dolore e rossore sul punto di inoculazione ma non fa nulla sul limitare gli effetti collaterali nei vari organi e tessuti. Il mio consiglio è sempre Thuja 200 CH 3 granuli tutti i giorni per dieci giorni da subito dopo la puntura.Poi continuare con Galium Aparine e basificanti.
      Grazie e a presto.

  5. Buongiorno. Ho fatto circa un mese fa la seconda dose di vaccino ma, non essendone a conoscenza, non ho seguito il protocollo di drenaggio da lei consigliato. Posso ancora fare qualcosa? Ho visto che consiglia Galium aparine e basificanti, quali prodotti e in quale quantità?
    Grazie mille

    • Buongiorno. Si certo, può aiutare il sistema a mantenersi in equilibrio e ad allontanare metalli pesanti contenuti nei farmaci inoculati. Consiglio quindi un prodotto a base di Zeolite che può trovare in farmacia. Ci sono varie case farmaceutiche che lo producono. Aggiunga un complesso omeopatico a base di Galium Aparine. Anche di questo può trovarne varie marche. Faccia questa cura per tre mesi.
      A presto.

  6. Buona sera, mi permetto di disturbare perché settimana prossima mio figlio di 3 anni avrà la vaccinazione MPRV, rimandata più che ho potuto. In passato, per le precedenti vaccinazioni avevo somministrato thuja e sulphur. Il bambino soffre di stipsi a causa di dolicocolon e ha dolori addominali ricorrenti. Ho sempre notato che con le vaccinazioni peggiora la sua sintomatologia. Le chiedo quindi cortesemente cosa mi suggerisce come rimedi. La ringrazio infinitamente.

    • Buonasera a lei.
      Sicuramente utilizzerei Thuja 200 ch granuli. Ne metta subito un granulo in bocca appena usciti dall’ambulatorio vaccinale. Continuando poi con tre granuli sotto la lingua tutte le sere prima di andare a letto a partire dalla sera dell’inoculazione per dieci sere. Da qualche giorno prima inizi dei fermenti lattici Ld1 junior, un flaconcino al giorno per poi continuarlo per altri dieci giorni dopo la vaccinazione. Sulphur meglio di no. Invece suggerisco Nux vomica 6 ch o 9 ch tre granuli mattina e sera per una settimana.
      Aggiungerei poi dei sali di schussler sempre dal giorno del vaccino per due mesi. Natrium phosphoricum e kalium chloratum. Una compressa mattina e sera sempre sotto la lingua oppure sciolti in un pochino d’acqua.
      Mi faccia sapere

      • La ringrazio infinitamente. Somministrerò la Sua terapia e Le farò sapere come procede. Grazie ancora di cuore.

  7. P.s. mi sono scordata di dirle che a maggio ha avuto la mononucleosi in forma molto forte con ingrossamento di fegato e milza ed epatite da mononucleosi.

    • In omeopatia avere avuto la mononucleosi è un dato molto importante. Si deve fare una terapia di drenaggio di terreno. Comunque questo potrà farlo in un secondo momento anche perché gli omeopatici già suggeriti sono anche drenanti. A presto

    • Il consiglio è sempre lo stesso: Thuja 200 Ch Tre granuli sotto la lingua appena usciti dall’ambulatorio vaccinale e tre granuli tutte le sere prima di andare a dormire per dieci giorni.Integri per il neonato dei fermenti lattici seri. Sono estremamente importanti perché l’intestino di un neonato non è ancora maturo. Lo dimostrano le feci non perfettamente solide e dai colori e odori più svariati. Questo significa che anche il suo sistema immunitario non è maturo, anzi direi proprio acerbo. E’ per questo che si consiglia l’allattamento materno il più possibile proprio per dargli gli anticorpi della mamma che lo renderanno più forte e sano. Così non sappiamo del latte di una vaccinata con farmaci sperimentali per cui il rischio è che l’intestino del piccolo venga insultato da chimici che non è pronto ad affrontare. Lo sostenga con dei fermenti continuati per parecchio tempo. Cordiali saluti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui